Ultima modifica: 18 Gennaio 2017
Ufficio Scolas… > Whistleblowing

Whistleblowing

Il whistleblowing è una misura per la prevenzione della corruzione nella Pubblica Amministrazione, di cui all’articolo 54-bis del decreto legislativo 165/2001, menzionata nel Piano Nazionale Anticorruzione e ripresa dal Piano Triennale per la Prevenzione della Corruzione USR Calabria

Con la Delibera n. 430/2016, l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) ha individuato nel Direttore Generale dell’Ufficio scolastico regionale il Responsabile della prevenzione della corruzione per le Istituzioni scolastiche, al quale vanno inviate le segnalazioni di fatti che configurano ipotesi di corruzione, limitatamente alle scuole.

Pertanto, Docenti, Personale ATA, Dirigenti scolastici o altri pubblici dipendenti che intendono segnalare condotte illecite di cui siano venuti a conoscenza in ragione del proprio lavoro, possono, oltre a segnalare l’illecito al proprio superiore gerarchico e alle diverse autorità giudiziarie, inoltrare la segnalazione al Responsabile della prevenzione della corruzione utilizzando la casella di posta elettronica:

prevenzionecorruzionedrcalabria@istruzione.calabria.it. L’Amministrazione che riceve la segnalazione è tenuta ad assicurare la riservatezza dell’identità di chi ha effettuato la segnalazione.

 

Nella misura del whistleblower non rientrano: Fatti e situazioni non conosciuti direttamente, ma riferiti da terzi – Segnalazioni di rilevanza penale, già all’attenzione dell’Autorità giudiziaria – Segnalazioni non provenienti da docenti, personale ATA, dirigenti scolastici o comunque pubblici dipendenti – Segnalazioni generiche e poco circostanziate – Segnalazioni di fatti ed episodi che non abbiamo a che fare con la corruzione